Tu sei qui

Come valutare le soft skill

Le Soft Skill, o competenze trasversali, sono delle capacità trasferibili che possono essere usate in molti tipi di lavoro. Sono qualità personali e attitudini che possono aiutare il candidato a lavorare bene con gli altri e a dare un contributo positivo all’organizzazione. Mentre le competenze tecniche possono essere insegnate sul lavoro, altre cose come il pensiero critico o la comunicazione efficace non possono. Ci sono svariate tecniche che i datori di lavoro possono usare per valutare le soft skill dei candidati.

Valutare le soft skill importanti:

L’iniziativa

I vostri candidati hanno l’iniziativa per risolvere i problemi da soli oppure aspettano che qualcuno gli dica di farlo? Per valutare le soft skill chiedete ai vostri candidati se hanno mai identificato in autonomia una problematica lavorativa e cosa hanno fatto per risolverla.

La comunicazione

Le competenze comunicative sono importanti in molti settori e strutture aziendali. Uno dei primi modi per valutare le soft skill comunicative del candidato è di guardare la loro lettere di presentazione. Un CV con una lettera di presentazione scritta bene e senza errori è un buon segnale che il candidato sappia esprimersi bene. Le capacità di comunicazione verbale può essere valutata direttamente durante il colloquio.

Saper prendere decisioni

L’abilità di prendere decisioni richiede un pensiero critico e il pensiero critico richiede autoconsapevolezza, in particolare sui propri pregiudizi. Chiedete ai candidati, per valutare le soft skill, di descrivere e spiegare una decisione che hanno preso contro un proprio personale preconcetto.

L’abilita’ di imparare dal passato

L’abilità di imparare dal passato e di applicare quanto appreso in diverse situazioni è sintomo di intelligenza e flessibilità. Date ai vostri candidati un ipotetico problema da risolvere non attinente alle loro esperienze passate. Riescono ad usare quello che hanno imparato dal passato su nuove situazioni? Avrete così modo di valutare le soft skill.

La capacita' di lavorare in team

La capacità di lavorare in team è importante per la maggior parte dei posti di lavoro – permette di completare i task più rapidamente e più efficientemente rispetto al lavoro individuale. Cooperando su vari compiti si possono ridurre i carichi di lavoro dei lavoratori permettendo loro di condividere responsabilità e idee; questo è un aspetto assolutamente da considerare nel valutare le soft skill.

Domande comportamental da colloquio

Le domande comportamentali da colloquio sono quelle domande che riguardano situazioni di vita reale in opposizione a situazioni ipotetiche. Queste domande sono probabilmente la strada più efficace per valutare le soft skill durante il colloquio.

Facendo domande su esempi di vita reale vi permette di valutare le soft skill: otterrete più indizi su come i candidati lavorano sotto pressione, su come comunicano e sulla loro etica lavorativa.

Qualche esempio di domanda per valutare le soft skill al colloquio:

Descrivi una volta in cui hai avuto un problema con il tuo supervisore e cosa hai fatto per risolverlo.

Raccontami un episodio in cui hai avuto difficoltà a far cooperare altre persone su un problema e come hai risolto la situazione.

Parlami del miglior leader con cui hai lavorato, perché pensi che sia stato il migliore e che cosa hai imparato da questa persona.

Descrivi un problema quasi impossibile che ti è capitato e racconta come l’hai risolto.

Hai mai fatto un errore? Come l’hai risolto?

Hai mai affrontato una situazione difficile con un cliente o un fornitore? Come?

Come i colleghi attuali e passati parlano del candidato la dice lunga. Assicurati di farti mandare delle referenze e non dimenticare di controllare le raccomandazioni sul profilo Linkedin. Valutare le soft skill prima e durante il tuo colloquio produrrà un vantaggio sul lungo periodo grazie all’assunzione di collaboratori validi nella vita reale e non solo sulla carta.