Tu sei qui

Come essere un buon manager

Cosa serve per essere un buon manager? Anche se molti di noi hanno incontrato cattivi manager, capire dove questi hanno fallito e diventare un buon capo non è facile.

Serve pazienza, duro lavoro e integrità: qualità che, a quanto pare, molte persone ai vertici aziendali perdono durante la scalata verso la cima. In più, dovete essere in grado di trovare un equilibrio tra i bisogni dei vostri dipendenti, i vostri bisogni e quelli dell'azienda: un compito non facile.

Essere un buon manager significa non solo prendersi cura di chi si gestisce, ma mantenerli motivati in modo da realizzare gli obiettivi dell'organizzazione.

Strumenti da usare per essere un buon manager

Alcuni modi di dimostrare che tenete davvero ai vostri dipendenti:

  • Valutazioni sincere e corrette
  • Obiettivi realistici con le risorse necessarie per raggiungerli
  • Riunioni regolari per incoraggiare idee e per permettere allo staff di esprimere opinioni senza paura di ritorsioni
  • Metodi per dare motivazione: offrire da bere dopo il lavoro, pranzi di team, bonus, riconoscimenti pubblici
  • Esercizi di team building
  • Formazione, sia per voi che per la vostra squadra

Riassunto

Per essere un buon manager si dovrebbe dimostrare di possedere queste caratteristiche:

  • Aiutare i dipendenti a capire che ruolo svolgono collaborando con la compagnia per raggiungere i propri obiettivi. Capire cosa serve per motivare ogni persona che lavora per lui.
  • Comunicare efficacemente quali sono gli obiettivi individuali di ognuno e fornire loro le risorse che servono per raggiungerli.
  • Essere un buon ascoltatore, essere comprensivi e avere senso dell'umorismo.
  • Aiutare i propri dipendenti a ottenere e sviluppare le proprie abilità.
  • Non sentirsi minacciato dagli individui creativi: essere disposto a giudicare un'idea basandosi sui suoi pregi.

Per altri consigli per essere un buon manager, visitate il nostro Centro per le aziende.