Nel mondo del recruiting, head hunter e responsabili delle risorse umane sono figure chiave con cui è sempre più importante, data l’elevata competitività del settore, instaurare una relazione di lungo periodo.

Vediamo come costruire un rapporto duraturo e entrare a far parte del network professionale di HR e head hunter in modo da costruire rapporti fruttuosi e rimanere in contatto costante con i professionisti attivi nel proprio settore.

Il network professionale nel mondo del lavoro

In un contesto dinamico e sempre più complesso come il mondo del lavoro, fare networking è diventata una pratica vitale per il successo professionale. Creare una propria rete professionale significa sviluppare contatti e relazioni con altri esperti del settore, gettando le basi per un legame di reciprocità che prevede uno scambio di competenze e informazioni.

Per creare un network nel mondo del lavoro che consenta di dare vita a relazioni proficue e basate su fiducia reciproca è necessario che siano rispettate alcune condizioni, tra cui:

  • Equilibrio: affinché il network sia un’attività di successo, è consigliabile dare tanto quanto si riceve secondo una logica di equilibrio e reciprocità;
  • Condivisione dei valori: come affermato in precedenza, un elemento chiave del networking è la fiducia. Per questo motivo, il consiglio è di creare relazioni con professionisti di cui si ha stima, che condividono i propri stessi valori e di cui si apprezza la reputazione così da instaurare un legame su cui fare affidamento;
  • Opinioni e consigli: un altro elemento fondamentale per creare una rete di relazioni è far tesoro di suggerimenti e opinioni altrui. Confrontandosi con professionisti diversi è possibile trarre ispirazione da competenze e esperienze differenti che consentono di creare un dialogo proficuo e utile per tutti i partecipanti al network;
  • Contatti: una condizione necessaria è certamente mantenersi in contatto con le persone che appartengono alla rete per creare occasioni di dialogo e di scambio di consigli.

Perché è importante essere in contatto con HR e head hunter

Il ruolo svolto dagli head hunter si fonda sulla conoscenza dei migliori professionisti qualificati in un determinato settore, sulla creazione di un legame con essi e sulla scoperta di punti di forza e competenze più rilevanti per le posizioni aperte.

Per dare il via allo scouting, infatti, gli head hunter si basano sulla propria rete di contatti: durante la ricerca di professionisti, generalmente fanno riferimento ai profili presenti nel proprio network ovvero a persone che si conoscono già e di cui si fidano e che, a loro volta, possono diventare utili contatti per altri professionisti altamente qualificati.

Il consiglio, dunque, è di massimizzare la propria attività di networking per essere considerati dai head hunter attivi nelle executive search ovvero nei processi di selezione del personale volti a trovare i manager più adatti a ricoprire posizioni dirigenziali all’interno delle organizzazioni.

Oggi, dunque, è molto importante avere nella propria rete di conoscenze HR e head hunter, non solo per crescere dal punto di vista professionale o per trovare nuove opportunità lavorative, ma - grazie all’expertise del recruiter - anche per costruire un percorso di carriera il più possibile in linea con le proprie ambizioni e competenze.

Creare il network con HR e head hunter

Head hunter e recruiter possono diventare un ottimo strumento per far avanzare la propria carriera e trovare nuove opportunità lavorative: si tratta, infatti, di figure di selezione del personale che, generalmente, si focalizzano specificatamente su profili manageriali e dirigenziali.

Dato l’alto livello delle figure coinvolte, è un mercato competitivo e in cui può essere complesso muoversi correttamente. Al fine di creare un network con HR e headhunter non è più sufficiente la redazione di un buon curriculum vitae: occorre attirare l’attenzione di queste figure mostrandosi disponibili al dialogo, dando informazioni di valore e dimostrando di essere professionalmente capaci nel proprio settore.

Inoltre, non bisogna dimenticare che il legame con i responsabili del recruiting è una relazione bidirezionale: ciò significa che essere aperti al dialogo e disponibili alla condivisione di esperienze e competenze sono due aspetti di fondamentale importanza per essere notati e considerati come parte della propria rete di contatti.

Infine, non bisogna dimenticarsi che anche il mondo del recruiting è sempre più digitalizzato. La maggior parte degli head hunter è molto attiva su LinkedIn, social media e piattaforma che mette in contatto professionisti in tutto il mondo. Per questo motivo, occorre curare al meglio la propria reputation online e aggiornare costantemente il proprio profilo con nuove skill o traguardi lavorativi.

Summary

Creare un network con HR e head hunter? Un'opportunità per ogni professionista! In questo articolo vi raccontiamo come creare un network con HR e head hunter. Scopri come creare un network con HR e head hunter.