Perché hai deciso di entrare in PageGroup?

É dal 2012 che vesto la maglia Michael Page, sono entrato come stageur nel team dei Key Account, con la volontà di entrare in un contesto multinazionale e per poter eccellere nel mondo del lavoro.

Qual è il tuo percorso in PageGroup?

Dopo aver visto per 6 mesi i colleghi all’opera in campo ho fatto di tutto per rimanere nella squadra e diventare titolare. La vita da consulente è diventata veramente movimentata: azione, relazioni e professionalità sono diventate consuetudini quotidiane.
Dopo meno di un anno di formazione, colloqui e selezioni di profili ho assunto la prima risorsa, iniziando così a coordinare un micro team.
Oggi ho abbracciato con entusiasmo una nuova avventura aprendo la start up in Vietnam.

Cosa ti dà più soddisfazione nel tuo lavoro in PageGroup?

Posso ritenermi estremamente soddisfatto del percorso svolto, della maturità professionale guadagnata e delle importanti relazioni personali strette con le persone: colleghi, clienti e candidati.

Ciò che mi ha permesso di raggiungere i risultati prospettati sono stati duro lavoro, grinta e spirito di collaborazione.

Mettersi spesso in discussione ed ascoltare i suggerimenti di responsabili e clienti, mi hanno permesso di meglio interpretare e reagire alle esigenze del mercato.

Fare l’head hunter è un mestiere complesso, non ci sono università che preparino al mestiere, bisogna avere spirito critico, capacità di ascolto e soprattutto avere ottimi maestri.

E allora cosa aspetti? Entra nel nostro Gruppo!